Skip to main content

GAIA CLUB news

GAIAnews

notizie dall’Ecoistituto del Veneto

aprile 2016
 
 

UNA BELLA NOTIZIA

da quest'anno, puoi aiutare le iniziative e le battaglie dell'Ecoistituto del Veneto (le riviste Gaia e Tera e Aqua, la difesa degli alberi, delle biciclette, della nostra salute, le Fiere di Gaia, gli IncontriamoCittAperta, la laguna senza Grandi navi, la foresta del Cansiglio, le raccolte differenziate senza inceneritori ecc. ecc.) indicando il tuo 5 per mille nella casella Volontariato con numero 901 109 802 74
grazie dell'aiuto (ne abbiamo bisogno)

Per sostenere Tera e Aqua, gaia e l'Ecoistituto,  scrivi 901.109.802.74 nella sezione "volontariato" del 5 x 1000 nei moduli 730, CUD e UNICA

Michele Boato

 

 

***********************************************

Alberto L'Abate autore de L'ARTE DELLA PACE lo presenterà  mercoledì 4 maggio alle 18

all'Ecoistituto del Veneto in viale Venezia 7 (uscendo dalla stazione di Mestre, 50 m a sinistra) discutendolo con Paolo Cacciari e con chiunque vorrà partecipare.
 
Inoltre  mercoledì 11 sempre all'Ecoistituto Lidia Are autrice di RACCONTI DI MONTE E DI MARE  ne discute con Michele Boato e i presenti
 
Vi aspettiamo il 4 e l'11 (con the e biscottini)
 
Michele 
 
(scarica in allegato le locandine formato jpg oppure vai su http://www.ecoistituto-italia.org/cms-4/?q=node/1267)
 
 
 
*****************************

 

4 INCONTRI CON AMICOALBERO 

ALLA SCOPERTA DELLA FLORA DEL COMUNE DI VENEZIA

 

 

Dopo il primo  incontro del 24 Febbraio 2016 : “Aspetti fito-climatici e principali habitat naturali” con Relatori: Luca Mamprin e Marco Bernardi

 

( à  Il video integrale della serata:   https://youtu.be/keYwlUC8w1M )

 

continuano gli incontri con AMICOALBERO ALLA SCOPERTA DELLA FLORA DEL COMUNE DI VENEZIA

 

Il quarto Mercoledì di ogni mese alle ore 18:00

 

Presso l’Ecoistituto del Veneto -  Viale Venezia n.7 ( 50 m. dalla Stazione di Mestre)

 

IL PROGRAMMA

vi comunichiamo che,  dato l’interesse dimostrato nel corso della relazione di Roberto Michieletto, dott. forestale, già Responsabile Verde di Veritas,  tenutasi mercoledì 23 marzo 2016     ( https://youtu.be/G-yc5jj5mSU ) , è stato deciso di organizzare una conferenza “straordinaria” per permettere di avere una visione completa riguardante l’argomento “Principali specie arboree e loro esigenze ambientali":

 

MERCOLEDI’ 13 APRILE 2016 ALLE ORE 18,00 

2^ PARTE CONFERENZA DELLA SERIE  “ALLA SCOPERTA DELLA FLORA DEL COMUNE DI VENEZIA”

“Principali specie arboree e loro esigenze ambientali”

Relatore: dott. Roberto Michieletto

 

Mercoledì 27 Aprile 2016 ore 18,00 

Principali malattie delle piante e sicurezza.

Relatore:Marco Vettorazzo, dott. forestale, Ispettore del Servizio Fitosanitario della Regione Veneto.

 

Mercoledì 25 maggio 2016 ore 18,00

 

Gli Alberi e la loro tutela. Alberi monumentali e vincoli paesaggistici

 

I relatori hanno un’esperienza gestionale diretta.

 

 

Sono infine  infine previste nel mese di giugno due uscite di studio in ambito mestrino.

 

Gli incontri sono aperti al pubblico, chiunque interessato può partecipare liberamente.

 

 

********

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

Il Presidente

Venezia lì, 19 aprile 2016

Cari amici,
il quorum non raggiunto al Referendum non mina in alcun modo il percorso che abbiamo fatto assieme e non fa venir meno la stima che è cresciuta in me nei vostri confronti durante queste settimane di impegno comune.
Abbiamo perso? Certo, perso una battaglia, non la guerra. Sicuramente non abbiamo perso la faccia, né la dignità di chi è sceso in campo per combattere una battaglia di valori e ideali. l nostri errori sono ben poca cosa rispetto alla disinformazione sostenuta da potenti lobby in grado di manovrare governi e forze
politiche piegandole ai loro desideri.
Così dedico a voi, come ho avuto modo di scrivere anche ad altri, una nota pagina di Pier Paolo Pasolini su cui in queste ore mi sono soffermato a riflettere, nella quale mi ritrovo e soprattuttor itrovo il vostro volto, la vostra anima, la vostra passione civile:
"Penso che sia necessario educare le nuove generazioni al valore della sconfitta. Alla sua gestione. All'umanità che ne scaturisce. A costruire un'identità capace di awertire una comunanza di destino, dove si può fallire e ricominciare senza che il valore e la dignità ne siano intaccata. A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare sul corpo degli altri per arrivare primo in questo mondo di vincitori volgari e disonesti, di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere, che scippa il presente figuriamoci il futuro a tutti i nevrotici del successo, dell'apparire, del diventare. . .. A questa antropologia del vincente preferisco di gran lunga chi perde. E' un esercizio che mi riesce bene. E mi riconcilia con il mio sacro poco. Ma io sono un uomo che preferisce perdere piuttosto che vincere con modi sleali e spietati. . . ."
Se oggi posso citare questo poeta le cui parole suonano tanto profetiche quanto di straordinaria attualità lo devo anche a voi che mi siete stati vicino e con i quali è stato bello lavorare. Ho imparato molto e anche di questo devo esservi grato: siete stati formidabili compagni, non vi siete risparmiati e so bene che questa sconfitta non vi fermerà. Le vostre idee e convinzioni, l'amore e l'onestà con cui combattete non si fermano di certo oggi e saperlo è di grande conforto.
Grazie per tutto quello che avete fatto, grazie per quello che mi avete insegnato: abbiamo combattuto a testa alta e lealmente, nel pieno rispetto della Costituzione democratica. Che io possa scrivere queste righe a pochi giorni dal 25 aprile è solo una felice coincidenza che fa dire che lo spirito di libertà, giustizia, democrazia e pulizia morale di quei giorni di 71 anni fa anche grazie a voi non è affatto sopito.

Grazie

Roberto Ciambetti


Caro Roberto Ciambetti,

presidente del Consiglio regionale del Veneto,


leggo la tua lettera agli "amici", con cui hai collaborato in queste settimane,
come promotore del Referendum, nella difficile ed intensissima  campagna informativa
sul tema delle trivelle in mare e della politica energetica da cambiare.
Il ringraziamento è reciproco, assieme alla lieta constatazione di un ottimo gioco di squadra, 
tra istituzioni e comitati/associazioni ambientaliste,che ben pochi si aspettavano, .
Quando, all'inizio di marzo, questa collaborazione è stata proposta nel coordinamento dei comitati veneti, 
i più erano perplessi, sia per le distanze politiche esistenti tra i vari soggetti
potenzialmente interessati,sia per le difficoltà tecniche frapposte ad una reale collaborazione
di cui arrivavano notizie da altre regioni. 
Invece è bastato qualche breve incontro per capire che non solo si poteva collaborare
sul tema del referendum, ma c'era un forte sentire comune sul quadro generale,
dal tema del cambio climatico a quello della svolta verso le rinnovabili.
Naturalmente nessuno pensa di fare passi più lunghi del possibile, ma credo, anzi sono certo
che si possa continuare una proficua collaborazione su questi ed altri temi ambientali,
che certo non mancano in Veneto. 
Duri i banchi!

Michele Boato
Ecoistituto del Veneto - Comitato vota Si contro le trivelle

 

 

********

 

 è uscito il   libro di Gaia  primavera 2016


************************

 

è uscito   TERA E AQUA  numero 88  aprile-maggio 2016

 

a pag.1 AL REFERENDUM DEL 17 APRILE.... VOTA SI' PER FERMARE LE TRIVELLE

pag.2 REFERENDUM: LA RISPOSTA ALLE ACCUSE DI COLPIRE L'OCCUPAZIONE

pag.3 REFERENDUM: MONTANELLI LO SCRIVEVA GIA' NEL 1968: "NON TRIVELLATE!"

pag.3 REFERENDUM: GLI APPUNTAMENTI DI APRILE

pag.4 e 5 REFERENDUM: DIFENDIAMO IL NOSTRO MARE

pag.6 REFERENDUM: BLOCCHIAMO LA DINAMITE SOTTOMARINA

pag.7 DI INCENERITORE SI MUORE. SCHIO: CHE ARIA TIRA?

pag.7 NANNI SE N'E' ANDATO

pag.8 poesie e l'invito caldissimo a sostenere Gaia e Tera e Aqua

 

BUONA LETTURA. Michele Boato

 

 


 

AllegatoDimensione
incontri di maggio.jpg39.75 KB