Skip to main content

GAIA CLUB news

GAIAnews

notizie dall’Ecoistituto del Veneto

 marzo 2015
 
 

UNA BELLA NOTIZIA
da quest'anno, puoi aiutare le iniziative e le battaglie dell'Ecoistituto del Veneto (le riviste Gaia e Tera e Aqua, la difesa degli alberi, delle biciclette, della nostra salute, le Fiere di Gaia, gli IncontriamoCittAperta, la laguna senza Grandi navi, la foresta del Cansiglio, le raccolte differenziate senza inceneritori ecc. ecc.) indicando il tuo 5 per mille nella casella Volontariato con numero
                 901 109 802 74
grazie dell'aiuto (ne abbiamo bisogno)
Michele Boato

******************

 

Un'altra difesa è possibile - Proposta di legge di iniziativa popolare

UNA FIRMA PER LA DIFESA CIVILE NON ARMATA E NONVIOLENTA

Di fronte alla drammatica crisi economica e sociale del Paese, che sostanzialmente non ha sfiorato lo strumento militare, vogliamo fare un passo in avanti, promuovendo congiuntamente la Campagna per la difesa civile e nonviolenta, lanciando la proposta di legge di iniziativa popolare per l'istituzione e il finanziamento del Dipartimento per la difesa civile, non armata e nonviolenta.

Un Dipartimento che comprenda i Corpi civili di pace e l'Istituto di ricerche sulla Pace e il Disarmo e che abbia forme di interazione e collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ed il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Si tratta di dare finalmente concretezza a ciò che prefiguravano i Costituenti con il ripudio della guerra, e che già oggi è previsto dalla legge e confermato dalla Corte Costituzionale, cioè la realizzazione di una difesa civile alternativa alla difesa militare, finanziata direttamente dai cittadini attraverso l'opzione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi.

Obiettivo della Campagna è quello di dare uno strumento in mano ai cittadini per far organizzare dallo Stato la difesa civile, non armata e nonviolenta - ossia la difesa della Costituzione e dei diritti

civili e sociali che in essa sono affermati; la preparazione di mezzi e strumenti non armati di intervento nelle controversie internazionali; la difesa dell’integrità della vita, dei beni e dell’ambiente dai danni che derivano dalle calamità naturali, dal consumo di territorio e dalla cattiva gestione dei beni comuni - anziché finanziare cacciabombardieri, sommergibili, portaerei e missioni di guerra, che lasciano il Paese indifeso dalle vere minacce che lo colpiscono e lo rendono invece minaccioso agli occhi del mondo. Lo strumento politico della legge di iniziativa popolare vuole aprire un confronto pubblico per ridefinire i concetti di difesa, sicurezza, minaccia, dando centralità alla Costituzione che “ripudia la guerra” (art. 11), afferma la difesa dei diritti di cittadinanza ed affida ad ogni cittadino il “sacro dovere della difesa della patria” (art. 52).

È un principio che non è mai stato attuato davvero, perché per difesa si è sempre e solo intesa quella armata, affidata ai militari.

Dobbiamo riappropriarcene. Le grandi battaglie per il riconoscimento dell'obiezione di coscienza e del servizio civile iniziate dal dopoguerra hanno portato al riconoscimento nel nostro ordinamento giuridico che la difesa della patria è molto più articolata ed estesa di quella semplicemente militare. Noi oggi sappiamo che la difesa della patria è difesa della vita, dell'ambiente, del territorio, dei diritti, della dignità, della pace, del lavoro. Per difendere davvero questi beni comuni servono strumenti adeguati, quelli della nonviolenza.

Il finanziamento della nuova difesa civile dovrà avvenire grazie all'introduzione dell'”opzione fiscale”, cioè la possibilità per i cittadini, in sede di dichiarazione dei redditi, di destinare una quota pari al sei per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche all'incremento della copertura delle spese di funzionamento del Dipartimento per la Difesa civile non armata e nonviolenta ed al finanziamento delle attività dei Corpi Civili di Pace e dell’Istituto di ricerca sulla Pace e il Disarmo

La Campagna (promossa da Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale per il Servizio Civile, Rete della Pace, Rete Italiana per il Disarmo, Sbilanciamoci!, Tavolo Interventi Civili di Pace) è stata presentata il 25 aprile a Verona in “Arena di pace e disarmo”, lanciata in occasione della manifestazione nazionale “Facciamo insieme un passo di pace” il 21 settembre a Firenze, divulgata il 2 ottobre in tutta Italia, Giornata internazionale della nonviolenza.

Servono 50.000 firme per depositare alla Camera la Proposta di Legge di iniziativa popolare (il titolo è già stato registrato alla Corte di Cassazione e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale). La Campagna è iniziata il 4 novembre 2014, anniversario prima guerra mondiale e Festa delle forze dis/armate, e si conclude il 2 giugno 2015, Festa della Repubblica che ripudia la guerra.

La raccolta delle firme avviene dal 28 novembre 2014 al 26 maggio 2015

Per sapere dove firmare o per avere moduli per la raccolta tel. 045.8009803 Movimento Nonviolento - Verona

 

*******************

 

 è uscito il  numero 62 di Gaia primavera  2015

ci trovate:

IDEE VERDI

EXPO 2015, UN’ARMA DI PROPAGANDA - Domenico Finiguerra

FERMO AL SEMAFORO NELLA MIA AUTO - Ascanio Celestini

COS’È IL TTIP E PERCHÉ È PERICOLOSO - Monica di Sisto

SCIENZIATI RESPONSABILI E PRINCIPIO DI PRECAUZIONE - Livio Giuliani

AMBIENTE 2014: CHI HA INQUINATO NON PAGA - Marina Perotta

 

FUTURO SOSTENIBILE

LA GRECIA PAGHERÁ IL SUO DEBITO? - Guido Viale

ATENE: NEGOZIATO SUL DEBITO E BLOCCO DELLE PRIVATIZZAZIONI - James Galbraith

ATENE: LE PRIVATIZZAZIONI, UN NODO POLITICO - Filippomaria Pontani

LEZIONE DI ECONOMIA: WALL STREET E LE SCIMMIE

È FALSO PURE IL FALSO IN BILANCIO - Marco Travaglio

 

TECNOLOGIE APPROPRIATE

FRACKING: SE L’AMERICA FERMA LE TRIVELLE - Federico Rampini

IL GALLES DICE NO AL FRACKING - Ecoblog

FRACKING IN USA: COCKTAIL LETALI NELLA FALDA IDRICA - Antonio Cianciullo

LIMA, DOVE LA NEBBIA DIVENTA FELICITÁ - Claudia Bellante

ANCHE I DOSSI STRADALI PRODUCONO ELETTRICITÁ - Ecoblog

SUCCEDE DOMANI. MARCHE: SCHERZARE CON IL GAS È PERICOLOSO - Michele Boato

IL DISSALATORE ICEBERG - Giorgio Nebbia

 

CONSUMI LEGGERI

L’AGRICOLTURA LOCALE CI SALVERÁ - Riccardo Troisi intervista Sergio Cabras

IN RICORDO DI GINO GIROLOMONI PATRIARCA DEL BIOLOGICO - Guido Fidora

USA: CROLLA IL MITO DEL CENTRO COMMERCIALE - Federico Rampini

CONSIGLIO DI STATO: IN ITALIA GLI OGM RESTANO VIETATI - Elena Dusi

 

MENO RIFIUTI

ISTRUZIONI PER FARE UN BUON COMPOST - Luca Michieletto

LETAME O COMPOST: COSA SCEGLIERE? - Luca Michieletto

IL VECCHIO ASINO? MEGLIO DI UN INCENERITORE - Domenico Finiguerra

DEPURARE CON I TAPPI DI PLASTICA - Hi Tech Ambiente

A NAPOLI DONNE IN LUTTO CONTRO L’INCENERITORE

CAMORRA E ‘NDRANGHETA IN GARA PER IL RECORD DI DISCARICA ABUSIVA - Michele Serra

TERRA DEI FUOCHI, CAMBIARE SI PUÒ - Massimo Cirri e Filippo Solibello

 

MOBILITÁ INTELLIGENTE

INCIDENTI STRADALI: MORTI RIDOTTE DEL 50%  - Bibi Bellini

FRANCIA: PAGATI PER ANDARE AL LAVORO IN BICICLETTA - Luca Pagni

 

INQUINAMENTO ZERO

BANDA LARGA ED ELETTROSMOG, IL GOVERNO RIDUCE LA TUTELA - Stefano Palmisano

CELLULARI DANNOSI PER LA SALUTE - Piero Ricca intervista Fiorenzo Marinelli

ELETTROSMOG: L’INVASIONE DEL WIFI - Maurizio Martucci

TARANTO: ILVA E VENDITORI DI FUMO - Laura Tussi recensisce Giuliano Pavone

 

ECOSALUTE

A PIEDI PER STARE MEGLIO - Mariapaola Salmi

CAMMINARE È LIBERTÁ - Sara Gandolfi presenta Frédéric Gros

PIÙ CIBO PIÙ CANCRO - Elisa Manacorda

EBOLA: UN’EMERGENZA SANITARIA A LUNGO SOTTOVALUTATA - Agostino Aldrigo

 

NATURA VIVA

VESUVIO: 50MILA CASE, SPESSO ABUSIVE, DA SPOSTARE - Maria Pirro

DOPO GENOVA, ANCHE A MESSINA RIMOSSO L’INGEGNERE ANTIABUSI - G. Antonio Stella

 

AMICI ANIMALI

ANIMALI A CACCIA DI DIRITTI - Luisella Battaglia

MARGHERITA NEL VENTO - Macri Puricelli

 

DEMOCRAZIA E AMBIENTE

SHARING ECONOMY: PAROLA CHIAVE “CONDIVIDERE” - Antonio Carlucci

HONG KONG, UN OMBRELLO VI SOMMERGERÁ - Adriano Sofri

 

EDUCAZIONE AMBIENTALE

DAGLI ASILI AI LICEI C’È UN POPOLO CHE CANTA - Giovanna Marini

INSEGNARE LA MUSICA AI RAGAZZINI - Paola Sabbatani intervista Paola Bucan e Boris Porena

 

NONVIOLENZA E SOLIDARIETÁ

L’ARTE DELLA PACE - Angela Dogliotti Marasso recensisce Alberto L’Abate

LOBBIES MILITARI: CHI CONTROLLA I COSTI DELLA “DIFESA”? - Sergio Rizzo

PRIMA GUERRA MONDIALE: NULLA DA CELEBRARE - Paola Cosolo Marangon

ABBASSO LA GUERRA DALL’800 AD OGGI. UNA MOSTRA ITINERANTE - Laura Tussi

********************

 

 
è uscito   TERA E AQUA  numero 81 febbraio-marzo 2015
 

ci trovate: 

LA RETE DEI COMITATI VENETI SI PRESENTA. NOI SIAMO TERRA - VENETO DA VIVERE - di Don Albino Bizzotto

URBANISTICA E CONSUMO DI SUOLO. 400MILA CASE VUOTE... E COSTRUISCONO ANCORA - di Luisa Calimani

MOBILITA' LOCALE REGIONALE - OPERE SBAGLIATE E PROPOSTE ALTERNATIVE - di Maria Rosa Vittadini

SUPERSTRADA PEDEMONTANA VENETA, UN ALTRO MOSE. IL MASSACRO DEL TERRITORIO - di Elvio Gatto

AGRICOLTURA BIOLOGICA E MERCATO LOCALE. UN FUTURO PER I GIOVANI, SENZA OGM NE' BIOMASSE - di Franco Zecchinato

ENERGIA, RISORSE E RIFIUTI. RISPARMIO, RINNOVABILI, RIUSO: ALTRO CHE CRESCITA! - di Michele Boato, Gianni Tamino, Paolo Cacciari e Luca Fattambrini

PROGETTO AVAMPORTO ALLA BOCCA DI PORTO DEL LIDO. LE GRANDI NAVI? FUORI DALLA LAGUNA DI VENEZIA - di Stefano Boato

METODO TEORICO PRATICO X RIALZARE VENEZIA - di Fabio Bussonati, inventore/poeta