Skip to main content

Risultati 16° Premio Laura Conti 2015

  RISULTATI 16° PREMIO ECOLOGIA

LAURA CONTI - ICU 2015

La Giuria del Premio Ecologia Laura Conti, riunitasi nell’ultima seduta il 16 ottobre 2015, ha stabilito i vincitori del concorso tra le 87 tesi partecipanti.

PRIMO PREMIO

TITOLO

NOME

UNIVERSITÀ

FACOLTÀ

Consumare carne. Problematiche ambientali, sociali e di salute

 

Marco Ciot

Università degli Studi di Torino

Scienze Politiche

SECONDO PREMIO

TITOLO

NOME

UNIVERSITÀ

FACOLTÀ

E.S.C.=A.+P.+E.: verso una città sostenibile europea (European Sustainable City = Accessibile+Public+Ecologie)

Manuele Gaetano Giovanni Daniele

 Università degli Studi di Reggio Calabria

Dipartimento di Architettura

 

TERZO PREMIO

 

Richiudiamo il vaso di Pandora. Transition town Italia. Concreti microcosmi di speranza

Alessia Canzian

Università degli Studi di Torino

Scienze Politiche

 

Si è deciso inoltre di segnalare alcune tesi di laurea gli autori delle quali riceveranno uno specifico attestato.



PREMI SPECIALI 

TITOLO

NOME

UNIVERSITÀ

FACOLTÀ

PREMIO SPECIALE

L’ecopsicologia applicata all’educazione ambientale: un nuovo modello per l’etica dell’ambiente

Veronica Leotta

Università degli Studi di Catania

Scienze MM.FF.NN.

Etica e Ambiente

Jesolo – Area “Central Park”. Architettura, paesaggio, identità

Margherita Bastoni

Università degli Studi di Bologna

Architettura

Urbanistica per l'Ambiente

Studio del comportamento termico degli edifici antichi: prove strumentali e simulazioni numeriche presso Villa Grasseni di Flero (BS)

Laura Arici, Emanuele Moretti

Università degli Studi di Brescia

Ingegneria

Bioarchitettura

Euradeule - Una strategia di rigenerazione per il lungofiume di Lille

Rossana Bartolini

Università degli Studi di Ferrara

Architettura

Riqualificazione Ambientale

Non tutto scorre! Divl’akwal/z(-z-i)oni del Tagliamento: pa(e)sSaggi letterari e obiettivi*territoriali

Pierfrancesco Stella

IUAV

Architettura

Tutela dei Fiumi

Il sistema italiano dei controlli in dogana e la libera circolazione degli alimenti nell’Unione Europea

Sara Checchi

Università degli Studi di Ferrara

Giurisprudenza

Consumo Sostenibile

 

Il disastro ambientale

Danilo Carrozzo

Università degli Studi di Napoli Federico II

Giurisprudenza

Diritto Ambientale

Piante geneticamente modificate e conflitti socio - ambientali in Argentina e Brasile (1991 - 2011)

Ilaria Calvano

Università degli Studi di Roma La Sapienza

Lettere e Filosofia

Movimenti Ecologisti

Fenomeni metereologici estremi. Proposta di adattamento per l’area urbana di Sottomarina di Chioggia

Mirco Barbiero

IUAV

Progettazione e Pianificazione di Ambienti Complessi

Clima

L’orso e i grandi predatori sui media. Un ritorno che fa notizia

 

Tommaso Gasperotti

Università degli Studi di Verona

Lettere e Filosofia

Comunicazione

La disciplina giuridica delle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura

Valentina Nozza

Università degli Studi di Trento

Giurisprudenza

Biodiversità

Consumo di cibo in tempi di crisi economica. Quadro concettuale e risultati empirici

Stefanini Margherita

Università degli Studi di Perugia

Scienze Agrarie, Ambientali ed Alimentari

Alimentazione

Piano Marketing Misterbianco Riqualificazione Territorio: Campagna di educazione ecologica

Agata Di Guardo, Salvatrice Di Guardo

Università degli Studi di Catania

Dipartimento di Economia e Impresa

Educazione Ambientale

Agroecologia: possibilità di sviluppo economico-sociale per un'agricoltura familiare sostenibile

Andrea Pronti

Università degli Studi di Torino

Scienze Politiche

Agricoltura e Ambiente

Il recupero ambientale di cave dismesse: tre casi studio situati presso il Valico delle Capannelle

Giorgia Ferella

Università degli Studi di L'Aquila

Dipartimento MESVA

Conservazione del Territorio

Il Parco del Virgolo

Stefano Novello

IUAV

Architettura

Paesaggio

Il costo dello sviluppo: l’impatto sanitario del IV Centro siderurgico di Taranto

Paola Biasi

Università degli Studi di Firenze

Economia

Salute e Inquinamento

Gli autori delle tesi meritevoli del Premio Speciale riceveranno un attestato di segnalazione.

A tutti i partecipanti vanno i complimenti della giuria per l'alto valore dei lavori presentati. La ricchezza dei contenuti e il patrimonio di idee emerso dalle tesi di laurea esaminate fanno ben sperare per il futuro del nostro ambiente.

 Mestre - Venezia, 20 ottobre 2015